Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
15 giugno 2011 3 15 /06 /giugno /2011 11:31

Mi ritengo di natura un ottimista, ma ho sentito di qualcuno una definizione un po’ sconvolgente che dice che l’ottimista è semplicemente un pessimista mal informato e l’informazione nel nostro paese aiuta il concetto. Ultimamente le cose dal mio punto di vista stano precipitando verso una direzione che non si sa dove ci porterà. Si sono susseguiti gli eventi che non mi piacciono per niente e che mi fanno vedere le cose in nero, o forse sarebbe meglio dire in rosso, quello molto rosso che non gradisco. Gli avvenimenti sono iniziati con le elezioni amministrative nelle quali ci sono due episodi molto forti: i ballottaggi per l’elezione dei sindaci di Milano e di Napoli.

 

Sindaci

Guardo la televisione e non ci posso credere che Milano abbia votato un comunista come sindaco, uno che sta con Vendola. Tanta felicità sui volti dei Milanesi che non so quanto sono veri Milanesi. Tante parole effervescenti e scomposte, pronunciate dal cuore e non dal cervello. Sembra ovvio che la Moratti gli stava sul coso, non riesco a capire esattamente perché, ma da qui a votare uno come Pisapia ci vuole un cervello proprio staccato, in standby totale. Non credo che quelli che l’hanno votato hanno letto il suo programma elettorale, se no non pronuncerebbero la parola “liberta” durante i festeggiamenti. Perché tutte le parole possono avere i doppi sensi.

 

Capisco un po’ meglio i Napoletani che probabilmente hanno votato un ex magistrato sperando che quello mette un po’ di ordine, giudiziario ovviamente, nel caos cittadino, nella corruzione estesa nei porri della città. Ma un magistrato entrato nella politica, come anche il suo capo, non mi garba per niente e mi porta i pensieri verso le dittature e populismi che sono i cancri della democrazia.

 

E’ in tutta questa vicenda mi ha “conquistato” Bersani che ha gridava “vittoria”, ma sotto, sotto si vedeva che anche lui ha capito che non è una vittoria del PD, ma della sinistra estrema e populista che, spero, non riuscirà mai mettersi d’accordo con quelli moderati, di sinistra o di destra, ai quali appartengo anche io.

 

Santoro

Il tizio non mi è mai piaciuto, prima di tutto perché in una televisione pubblica secondo il mio modesto parere non possono starci dei giornalisti faziosi, e lui è il sinonimo per questo termine. Non ho mai capito perché alcuni dicevano che sia bravo; ma dove sta la sua bravura. Io ho visto una sola, che non gradisco, incendiare le discussioni, provocare le risse, alzare la voce e litigare. E se a gente questo piace, salgono gli ascolti, ma diminuisce livello di tolleranza nel paese e si perde ogni voglia di parlare con gli argomenti – funziona molto meglio mandare l’avversario in quel paese. E si permette di autocandidarsi per fare il direttore generale della RAI: no grazie!

 

 

Referendum

Ma quante idiozie sono state dette intorno ai quesiti posti davanti agli elettori e quante furbizie sono state messe in atto per raggirare il popolo sovrano. La più bella era quella di Celentano, che si è esibito indecentemente anche qualche sera prima da Santoro, che ha detto più o meno, che gli Italiani hanno fatto vedere ancora una volta che son più intelligenti e più avanti rispetto agli altri popoli. Ma mi chiedo perché dobbiamo sempre offendere gli altri, perché spesso i politici citano negativamente gli altri paesi. “Ma noi non siamo in Bulgaria…” Ma cosa ti fa pensare che tu sei meglio di un Bulgaro. Già il fatto che hai detto questo mostra che almeno sei meno educato di lui, cioè Bulgaro. Tornando a Celentano, rilevo lo stesso motivo che ha Berlusconi: sono ricco, sono famoso, ma mi manca l’immortalità, cioè devo rimanere nella storia per le altre generazioni. Ma sparare delle cose insensate non aiuta questa impresa.

Condividi post

Repost0

commenti

Presentazione

  • : Italia migliore - Piccoli pensieri di uno grande come me in un blog su Italia
  • : Si può viver meglio, più tranquilli, più sereni, senza le scosse politiche e sociali quotidiane? Provo a dare qualche proposta.
  • Contatti