Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
6 settembre 2018 4 06 /09 /settembre /2018 16:36

Mi definirei un ottimista, ma ultimamente la mia visione del mondo comincia a cambiare. Proprio così, il mondo è nel mezzo. Per le cose mie, quelle private e personali, ancora resisto e prescindendo degli anni che passano; spero sempre cha anche domani andrà tutto bene. Una volta, un amico mi ha detto che gli ottimisti sono in effetti pessimisti, ma mal informati. Bella questa! Appena ho visto una notizia che ha svegliato i miei sentimenti negativi che si accumulano negli ultimi mesi. Tutto è interpretabile e pertanto anche le notizie. Diventare un pessimista vuol dire trovare il significato negativo nelle informazioni che ci raggiungono. Questa era relativa ai francesi; questi ultimamente (diciamoci tutta la verità, anche prima di ultimamente) non sono molto ben visti dalle nostre parti.

I nostri vicini occidentali minacciano di entrare in azione se saranno usate le armi chimiche durante l'attacco che attualmente le forze governativa siriane, con l'aiuto degli amici esteri, portano sulla città di Idlib. Visto che francesi sono già abbondantemente immischiati in Libia, la Siria è vicino, così sganciare due bombe anche là costa poco. Siamo nel ventunesimo secolo, 70 anni dopo il grande conflitto mondiale, tutti giurano che vogliono la pace, ma si spara dappertutto. Prima c'era il nostro caro amico Trump di occuparsi della Corea del Nord, e speravamo che finisse là, ma non basta. L'arroganza francese cresce ogni giorno. Tengono ancora metà dell'Africa in uno stato semicoloniale, partecipano in tutti i conflitti e ci danno anche le lezioni come dobbiamo comportarci. Nonostante uno dei predecessori di Macron è finito in carcere (almeno temporaneamente) perché è stata finanziata la sua campagna elettorale da Gadafi (per non lasciare dei testimoni, ha eliminato anche lui), la loro politica continua ad essere vomitevole (uso le loro espressioni). Pertanto la pace nel modo io non la vedo.

Diamo una sbirciatina a casa nostra. Il governo giallo verde non ha fatto niente per adesso. Nei primi 100 giorni unico argomento dove hanno prodotto qualcosa è l'immigrazione. Non tutti condividono quello che fanno, ma secondo me almeno hanno alzato l'asticella. Dei provvedimenti fatti, mi ricordo quello della dignità. Sono rimasto colpito dalla loro creatività. Hanno spostato il numero degli anni per lavoratori interinali da 3 a 2. Cavolo, devi essere proprio un creativo per cancellare un numero e mettere al suo posto un altro. Complimenti ai nostri geni. Mi aspettavo qualcosa di più fantasioso, specialmente nel trovare un modo per aumentare l'occupazione, ma loro non si fanno sentire. Per quanto riguarda governo, le speranze di vedere qualcosa di buono sono quasi nulle.

Come essere ottimisti

A proposito di occupazione, si parla molto delle nuove tecnologie che lasciano la gente senza l'occupazione. I robot ed i computer svolgono lavoro molto più veloce, non sbagliano quasi mai, non hanno bisogno di riposo e non scioperano nemmeno. Ma quello che mi chiedo: questo succede soltanto da noi? In effetti non è molto diverso nemmeno in Francia, Spagna, Portogallo e Grecia. Quelli al nord hanno un tasso di disoccupati molto più basso, praticamente fisiologico. Ma loro non usano le nuove scoperte? Oppure siamo noi neolatini, oppure quelli dell'area Mediterranea (per includere anche la Grecia) un po' strani. Non abbiamo molta voglia di fare? Da noi fa più caldo e con caldo uno si stanca molto facilmente. La stanchezza è da evitare. Nel Veneto, conosco la situazione abbastanza bene, mancano migliaia di saldatori. Lavoro duro, ma molto ben pagato. Una risorsa specializzata, con qualche decina di straordinari, si prende anche 3 mila al mese. Io sono un ingegnere, ma sto almeno 500 euro sotto questa soglia. E non è unico lavoro che non vogliamo fare. Per le vendemmie e raccolte dobbiamo importare la forza lavoro dall'estero, prevalentemente dal nord Africa. Noi vorremmo tutti una bella sedia, un computer ed un mouse da spostare. Perciò, anche per quanto riguarda lavoro, vedo tutto nero.

Adesso espongo la mia visione di una cosa meno importante per le nostre vite, ma in ogni caso con una certa valenza: lo sport. Domenica passata c'era la corsa di Formula 1 a Monza. Ma che delusione. Per me anche, ma soltanto per il fatto che Raikkonen non è riuscito a vincere. Io tifo per lui, lo dico qui, pubblicamente. L'altro ha fatto una delle sue vettelate; ultimamente gli capita abbastanza spesso. Non è che sarebbe più conveniente puntare su Kimi? Ma no! Per il disastro di Vettel è stato accusato il finlandese. Gli ha rubato la pole position. Vettel era più veloce, ma ha fatto un errore e ... Cappuccio, anche Kimi doveva fare un errore per non essere colpevole? E alla fine non si è fatto superare alla partenza. Ma fattemi un piacere! Mi sembra che il tedesco sta per troppo tempo in Italia e ha iniziato prendere qualche caratteristica nostra. Questo non mi piace per niente! Alla fine soltanto per sottolineare quello che questi giorni ha affermato il nostro C.T.: non ci sono più giocatori italiani ed il nostro calcio sente il fatto. Alla fine, il campionato. Roba da bianco neri anche quest'anno! Un orrore! Tutti anti sono fuori giù dopo 3 giornate e la prospettiva è ancora peggio. Secondo me saranno almeno 10 punti di differenza alla fine del campionato. E io non vedo quella parte bianca, ma soltanto le strisce nere. Unica cosa che ancora mi ispira un po' di ottimismo è il commercio delle valute con Forex che pratico da diversi anni. Ho commessi molti errori, perso anche qualche euro, ma ultimamente mi sembra di aver imparato come andare avanti e finalmente si sono visti anche dei piccoli profitti.

Condividi post

Repost0

commenti

Presentazione

  • : Italia migliore - Piccoli pensieri di uno grande come me in un blog su Italia
  • : Si può viver meglio, più tranquilli, più sereni, senza le scosse politiche e sociali quotidiane? Provo a dare qualche proposta.
  • Contatti